Monitoraggio 2008: i tre siti istituzionali principali italiani

Università degli Studi di Udine

 

 

Nell’ambito dei corsi di:

Teoria e tecniche della Comunicazione Pubblica

Teoria e tecniche delle Relazioni Pubbliche

Comunicazione Sociale

Monitoraggio dei siti istituzionali 2008

giugno – luglio 2008

Coordinatore del progetto:

Prof. Francesco Pira

Docente di Teoria e Tecniche della Comunicazione Pubblica e

delle Relazioni Pubbliche e Comunicazione Sociale

con la collaborazione della

Dott.ssa Vania Pistolozzi

 

GOVERNO ITALIANO

http://www.governo.it

 


Grafica: @@@@@

Dal punto di vista grafico non si segnalano particolari novità. Il portale del Governo aveva già

subito un importante restyling nel 2007 che aveva migliorato sia la leggibilità che la visualizzazione

dei contenuti in linea con le linee guida definite per l’accessibilità.

La grafica utilizza colori tenui e il fondo bianco, grigio/azzurro per i menù principali, mentre nelle

sezioni con menù interno si utilizza un color seppia per il menù che, quando presente, è

posizionato sempre sulla dx, lasciando sempre visibile il menù principale del portale a sinistra.

 

Usabilità: @@@@@

Il sito mantiene standard di navigazione elevati e mostra un ambiente piacevole e di facile utilizzo,

si rileva un lavoro attento di adeguamento e implementazione nel caso di attivazione di nuovi

servizi.

Il path di navigazione è sempre presente, e ogni link è munito della funzione “title” con una

descrizione estesa del contenuto.

 

Contenuti: @@@@@

I contenuti sono aggiornati, esaustivi e scritti con un linguaggio chiaro e diretto. Di particolare

interesse ai fini dell’analisi del portale l’attivazione di una nuova sezione, tra i servizi inclusi in

“Governo online”. Governo Informa - attivo dal dicembre 2007. La sezione molto ampia e ben

strutturata nasce come progetto di comunicazione e dialogo diretto con i cittadini sulle attività del

Governo. Sono infatti definiti come obiettivi del progetto la comunicazione attraverso 4 canali

tematici: primo piano, azione di governo, la vostra opinione, multimedia.

La home page di sezione apre con un titolo esplicito “ Comunicazione e dialogo con i cittadini”.

Molto utile la funzione glossario con la spiegazione delle terminologie tecniche organizzate in

ordine alfabetico. Dalla lettura del dossier del progetto si evidenzia che in realtà Governo Informa

ha un obiettivo più articolato volendo svolgere la duplice funzione di diffusione di contenuti e

informazioni verso i cittadini e verso i Ministeri. In particolare è stata attivata una extranet quale

strumento di condivisione e coordinamento per la veicolazione delle informazioni verso l’esterno.

L’organizzazione dei contenuti utilizza la logica dei quadranti, i macro contenitori sono replicati

esplosi nella home page di sezione. Ogni contenitore è sempre corredato da un testo di

spiegazione dell’organizzazione dei contenuti presentati. A supporto della navigazione dell’utente

sono stati pensati alcuni supporti: domande e risposte, che cos’è, lo sapevate, cosa dice il diritto.

La parte di interazione è garantita da alcune funzioni: la vostra opinione, sondaggi e scrivi al

Governo.

Esiste la possibilità di navigare per argomenti che utilizza un percorso logico organizzato in: azione

di governo, che cos’è, lo sapevate.

Segnaliamo due aspetti di particolare interesse legati alla trasparenza della comunicazione verso i

cittadini: il controllo periodico all’esterno della qualità del linguaggio utilizzato e il copyleft per la

descrizione della forma, tipologia dei contenuti e dichiarazione delle fonti.

Un’ulteriore divertente novità è l’aggiunta nel footer di Governo.it della voce siti archeologici, che

rimanda ad una pagina con tutte le home page, organizzate cronologicamente, delle diverse

versioni del sito del Governo. Uno sguardo su come sia cambiato il linguaggio degli enti pubblici

sul web.

 

Comunicazione interattiva: @@@@@

Anche questa edizione del monitoraggio conferma l’alta qualità dell’interattività che viene arricchita

di funzioni e opportunità di dialogo di anno in anno. Quest’anno proprio con l’introduzione della

sezione Governo Informa di cui abbiamo diffusamente scritto nella sezione contenuti.

 

Giudizio globale: @@@@@

Il portale del Governo ha mostrato nel corso degli anni un costante lavoro di implementazione

arricchimento continuo. Negli ultimi anni in particolare il lavoro dello staff si è concentrato sui

servizi ai cittadini e le possibilità di dialogo. Per questo valutiamo in modo positivo il varo della

sezione Governo Informa che vuole dialogare in modo semplice e chiaro con i cittadini fungendo

da contenitore per una vista globale dell’attività del Governo e dei Ministeri. Un lavoro questo utile

anche a creare maggiore dialogo e coordinamento, evitando duplicazioni e ridondanze, tra i

Ministeri nelle attività di comunicazione, ma in prospettiva anche nelle azioni di governo. Ci

auguriamo che per il 2009 tutti i portali ministeriali mostrino il link a Governo Informa, e non in

modo parziale come abbiamo riscontrato nel presente monitoraggio. Infine, divertente novità è

l’aggiunta nel footer di Governo.it della voce siti archeologici, che rimanda ad una pagina con tutte

le home page, organizzate cronologicamente, delle diverse versioni del sito del Governo

Grafica Usabilità Contenuti Com. interattiva Giudizio globale

 

SENATO

http://www.senato.it/

 

Grafica: @@@@@

Il portale del Senato ha ormai una struttura consolidata e ben progettata. Intuitività, semplicità ed

eleganza sono gli elementi caratterizzanti del sito. Fattori che consentono ad esempio di

evidenziare in modo efficace e senza la necessità di costruire strumenti ad hoc i nuovi servizi e

contenuti, come nel caso della nuova sezione Dossier inserita tra i link diretti a destra nella home

page.

 

Usabilità:@@@@@

La facilità di navigazione e l’accessibilità restano due punti forza del sito. L’implementazione

continua del sito tiene sempre conto dei parametri di usabilità e accessibilità con il risultato di

agevolare il compito di tutti gli utenti siano essi normodotati o diversamente abili.

 

Contenuti: @@@@@

Per quanto riguarda i contenuti segnaliamo in particolare le novità introdotte. Prima tra queste, I

dossier una nuova sottosezione della sezione principale Leggi e Documenti. Si tratta di dossier di

documentazione collegati alle news della sezione Attualità che a nostro avviso sono stati pensati

come strumenti di approfondimento della news, tanto che in fondo alla notizia si trova il file del

dossier elaborato scaricabile in formato pdf e il relativo comunicato stampa. La sottosezione

presenta i dossier realizzati dai Servizi Studi di Bilancio, Affari Europei e Internazionali, Qualità

degli Atti Normativi. I dossier hanno come obiettivo l’analisi degli atti e dei disegni di legge

approvati dal Senato. In ogni pagina a destra sono presenti alcuni strumenti di supporto, versione

per la stampa, la funzione cerca nei dossier, indice per argomenti, nota metodologica, note alla

lettura. La sottosezione ha una sua pagina di apertura con gli ultimi dossier pubblicati che sono poi

riallocati nei diversi contenitori tematici. Una seconda novità in termini di contenuti è l’apertura

della banca dati online degli atti delle Commissioni d’Inchiesta monocamerali e bicamerali. Un

servizio importante sia perché rende immediatamente consultabili le risultanze di attività

d’inchiesta su tematiche rilevanti per la vita dell’Italia, sia perché si innestano nel solco della

trasparenza dell’amministrazione nei confronti dei cittadini. Non a caso i primi atti ad essere

consultabili sono quelli relativi alla Commissione Stragi sul Caso Moro.

 

Comunicazione interattiva: @@@@@

Un ulteriore nuovo servizio amplia le possibilità d’interazione con il portale del Senato. E’ stato da

poco attivato http://mobile.senato.it per la consultazione del sito dai supporti mobili. I contenuti

sono stati riorganizzati in Attualità, Lavori, Senatori e Testi. In questo modo sono visualizzabili i

comunicati stampa e le news aggiornate, il calendario dei lavori, il profilo dei senatori e le attività

delle commissioni, ma cosa più importante i provvedimenti più recenti approvati, i DDL più richiesti

e gli documenti stampati, oltre al PDF della Costituzione e del Regolamento del Senato

 

Giudizio globale: @@@@@

Il sito del Senato continua a rappresentare un esempio di ottima comunicazione web e servizio. Le

ultime novità introdotte, i dossier, la banca dati delle Commissioni e il sito mobile confermano la

qualità di un impegno costante nel migliorare e arricchire contenuti e funzionalità al servizio del

cittadino.

 

CAMERA DEI DEPUTATI

http://www.camera.it

 

Grafica: @@@

Purtroppo anche quest’anno riscontriamo gli stessi limiti evidenziati nella precedente edizione del

monitoraggio.

Il menù principale è posizionato in orizzontale, cliccando su ciascun link si apre un menù a tendina

con le sezioni che oscurano parte del testo e che creano una certa confusione nella

visualizzazione.

Ribadiamo la necessità di un segno di separazione nel box tra eventi e iniziative che sarebbe utile

a una migliore distinzione degli argomenti.

 

Usabilità: @@@1/2

Ancora una volta ciò che penalizza la valutazione sul piano dell’usabilità è l’organizzazione del

menù di navigazione, che pecca in intuitività. Infatti cliccando sul link non si apre l’area ma si deve

opzionare una voce del menù ed eventualmente di un sottomenù che si apre di fianco a sinistra.

Resta ancora da modificare la guida alla sezione, voce che non appare nel menù, visualizzabile

sono accedendo ad una pagina interna come prima voce della barra di navigazione verticale a

sinistra.

 

Contenuti: @@@@

I contenuti del sito sono completi e molto ampi. Come più volte abbiamo ribadito tale ricchezza

resta penalizzata da una logica di navigazione non efficiente che rende meno intuitiva la ricerca e

fruizione degli stessi.

 

Comunicazione interattiva:@@@@1/2

Anche dal punto di vista dell’interattività restano i limiti già individuati l’iscrizione alla Newsletter è

inserita nella sezione Amministrazione in attualità e comunicazione, con servizi per professionisti

dei media e non nella macro sezione Servizi ai Cittadini come sarebbe più logico. Inoltre non esiste

nessun link diretto dalla home page.

 

Giudizio globale: @@@@

Il giudizio finale non può che ripercorrere quanto già dichiarato nel 2007. La navigazione ha

mostrato i gli stessi limiti e nessuna innovazione in termini di contenuto/servizio. Per questo motivo

il giudizio 2008 risulta leggermente inferiore rispetto a quello dell’anno precedente.

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: