New York Times: un esempio per tutti i quotidiani on-line

Pubblicato il da Cristiano Nesta


Il New York Times è un quotidiano pubblicato negli Stati Uniti ed è conosciuto in tutto il mondo.

Da tempo è considerato il "numero uno" della stampa quotidiana americana, per la sua affidabilità, la capacità di fare tendenza verso il pubblico e di influenzare le élite del Paese.

La diffusione media è di 1.000.665 copie giornaliere. Secondo Google Ad Planner, a marzo 2009 i visitatori unici del website nytimes.com sono 31 milioni al mese (61 milioni per Estimated Cookies) per 250 milioni di visite e 1.1 miliardi di pageviews. Nella sola italia le pageviews sono 3.8 milioni al mese.
Il quotidiano ha vinto più premi Pulitzer di qualsiasi altro quotidiano. Nel solo 2009 ne ha vinti 5, superando quota 100 (ne ha vinti 101 dal 1917 ad oggi).
Politicamente appartiene all'area liberale (liberal : termine della tradizione politica americana che indica un liberalismo progressista molto attento alle questioni sociali, ma nel contempo geloso custode del rispetto dei diritti individuali.
Appartiene alla "The New York Times Company" che pubblica giornali come l'International Herald Tribune e il Boston Globe.
The New York Times è il primo quotidiano di New York City ad essere ospitato in un edificio costruito appositamente per quest'uso (vedi l'immagine sopra). Nel 1904 ha trasferito i propri uffici in un'area chiamata Long Acre Square e da allora rinominata Times Square, una delle piazze più celebri di New York.
Nel corso del 2007 la sede del Times è stata trasferita dallo storico edificio sulla 43a strada al nuovo grattacielo di 52 piani sull'ottava avenue disegnato da Renzo Piano e del quale il giornale possiede circa il 58%. Un anno dopo il trasferimento la testata ha clamorosamente annunciato di avervi messo un'ipoteca di 225 milioni di dollari.
Il New York Times ha avuto una presenza significativa sul Web fin dal 1995 ed è da sempre considerato uno dei migliori siti giornalistici. È uno dei siti web più trafficati al mondo e il primo quotidiano online con base in US con 31 milioni di user/mese a marzo 2009 secondo google Ad Planner. Nel marzo 2009 i siti web di nytimes.com e IHT.com si sono fusi in un'unica piattaforma digitale accessibile da entrambe le home page. Il 14 settembre The NYT ha chiuso il programma di accesso a pagamento per gli archivi e gli articoli del quotidiano varando una strategia più open e in linea con l'evoluzione della rete. I risultati eccezionali conseguiti in termini di traffico web sono diretta conseguenza del continuo lavoro di miglioramento del sito nytimes.com. Tra i miglioramenti introdotti nel solo 2008 troviamo le partnership con CNBC per la condivisione di contenuti nelle aree business e technology, l'applicazione per iPhone rilasciata a luglio 2008, la partnership strategica con Linkedin, il lancio in beta del social network TimesPeople.
E' esattamente costruito come un giornale cartaceo, semplice e chiaro. A differenza degli altri giornali, soprattutto quelli europei, conferisce molta importanza al testo.
Uno degli esempi che i nostri quotidiani dovrebbero prendere in considerazione sta nella fruizione della notizia, all'interno della notizia (ipertestualità) grazie ai grandi database disponibili interni al sito. In questo modo, l'utente non è costretto ad uscire dal portale del giornale.

C'è tanto da imparare, dobbiamo solamente aprire gli occhi e valicare l'oceano. Sembra difficile, impossibile, ma torniamo inesorabilmente alla solità realtà quotidiana: basta un click !  

 


Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post